18.1 C
Milano
domenica, 14 Aprile 2024
  • Intesa San Paolo SpazioXnoi
HomeCultura e storiaQuartieriPartigiani del terzo millennio a Crescenzago

Partigiani del terzo millennio a Crescenzago

Una serie di incontri e laboratori nelle scuole di Crescenzago per rimarcare i concetti di Resistenza e impegno civile.

di Anna Bresciani e Giuseppe Natale, ANPI Crescenzago


Il gruppo scuola della sezione ANPI Crescenzago ha organizzato una serie di incontri, nelle classi seconde e terze, in due scuole secondarie di primo grado della zona: Trevisani-Scaetta e Adele Delponte.

Dopo un inquadramento storico, diversificato a seconda dell’età dei ragazzi, sono state presentate testimonianze registrate di ex partigiani e racconti legati alla Resistenza nel nostro quartiere. Prezioso in quest’ambito è stato, in affiancamento agli altri volontari della sezione, il contributo di Bruna Erba, depositaria di una memoria collettiva che rappresenta un bene irrinunciabile soprattutto ora in cui, da un lato si assiste, per ovvie ragioni anagrafiche, al progressivo diminuire delle voci narranti dei protagonisti di quel periodo fondamentale della nostra storia, e dall’altro prendono prepotentemente piede contro narrazioni faziose dei sostenitori di quelli che, all’epoca, fecero scelte nazifasciste, criminali e servili nei confronti dell’occupante esercito tedesco.

Al termine dell’attività, gli studenti sono stati coinvolti nella progettazione di un lavoro di gruppo, in cui i concetti di Resistenza e impegno civile sono stati coniugati in ambito contemporaneo, con la creazione di “Brigate Partigiane” su temi di attualità.

I cartelloni realizzati hanno dimostrato, una volta di più, quanto i ragazzi, opportunamente guidati dai docenti, siano in grado di cimentarsi in prodotti ricchi ed originali, differenziati in base ai temi e agli interessi, che coprono un’ampia gamma di intenti, più o meno approfonditi, ma sempre interessanti.

I lavori sono stati esposti in piazza Costantino, davanti al palazzo dell’ex Municipio di Crescenzago, in occasione del corteo del 25 Aprile e saranno riproposti, in una mostra dedicata, in una data successiva.

Le attività fanno parte, in realtà, di un progetto ben più ampio ed articolato, che non è stato possibile proporre per mancanza di finanziamenti: la scelta è stata quindi quella di portare avanti, per questo anno scolastico, solo ciò che poteva esser svolto dai volontari della sezione, senza necessità di coinvolgimento di esperti esterni e di rimandare, invece, tutto il resto a un momento successivo.

È da sottolineare la piena e fruttuosa collaborazione dei docenti e della dirigenza dei due Istituti coinvolti, senza la quale tutto ciò non sarebbe stato possibile, collaborazione che ha dato vita al secondo evento significativo di questa primavera: l’omaggio ad Adele Delponte, svoltosi giovedì 17 aprile, in cui i ragazzi della scuola primaria dell’Istituto Perasso hanno dato vita a una semplice ma toccante cerimonia, conclusasi con la posa della targa commemorativa e la piantumazione di un albero, alla presenza delle scolaresche accompagnate dai loro docenti, dei rappresentanti di ANPI, Legambiente Crescenzago e Casa Crescenzago, Corpo musicale e Labsus (Laboratorio per la sussidiarietà) e degli Assessori del Municipio 2. 

Proprio a Adele Delponte, staffetta partigiana e per decenni insegnante nelle scuole del quartiere di Crescenzago, è stata recentemente intitolata la nuova scuola media di via Adriano (appartenente all’Istituto comprensivo Perasso)

L’auspicio è che queste iniziative possano ripetersi anche in futuro, ampliando la platea delle scuole coinvolte e con la collaborazione delle Istituzioni, perché tale collaborazione rappresenta un valore aggiunto importante, che sottolinea l’aderenza a tutti i livelli a quei principi che, come ha recentemente sottolineato il presidente Mattarella, sono stati fondamentali per la nascita della nostra Costituzione.

ARTICOLI CORRELATI

Articoli più letti

Numero 01-2024

Interviste recenti