5.2 C
Milano
martedì, 29 Novembre 2022
HomeAmici AnimaliUomo e cane, una lunga amicizia

Uomo e cane, una lunga amicizia

La più antica prova di convivenza tra cane e uomo è avvenuta oltre trentamila anni fa in Europa con la domesticazione dei lupi da parte di popolazioni nomadi di cacciatori-raccoglitori. In seguito l’uomo ha perfezionato le caratteristiche dei cani in base alla loro utilità alla guardia, alla caccia e alla guida del bestiame

Dal Lupo al Cane

La discendenza da lupo a cane non è stato un processo lineare, ma piuttosto lo si può rappresentare come un cespuglio. Man mano che gli esseri umani colonizzavano il pianeta diversificandosi tra loro, anche i progenitori delle attuali razze canine si separavano geograficamente e geneticamente, differenziandosi sotto diverse spinte selettive. 

Alcuni di questi progenitori si sono estinti: ad esempio durante la colonizzazione del continente americano, i cani da pastore del Vecchio Mondo hanno sostituito le razze autoctone. Altri progenitori, ossia altre linee genetiche, hanno continuato a svilupparsi in rami separati. 

Per millenni la selezione umana si è focalizzata sul miglioramento di particolari abilità del cane: la forza, la velocità, la docilità, l’aggressività, a seconda del ruolo che esso avrebbe dovuto assumere in quella particolare società umana. Solo negli ultimi 200 anni, in epoca vittoriana, è diventato di moda il cane di famiglia e sono stati fissati i canoni fisici ed estetici della maggior parte delle razze attuali. 

Particolari caratteristiche, come una canna nasale molto corta, sono divenute però così esasperate da danneggiare la salute di alcuni animali. 

Negli ultimi decenni è andata formandosi la progressiva avversione riguardo il maltrattamento genetico cui sono state sottoposte varie razze canine e questo ha rimesso al centro l’aspetto funzionale rispetto a quello estetico. 

La decisa volontà da parte delle persone a possedere un cane sano e non soltanto bello o di moda, orienta oggi stesso le scelte degli allevatori ed è lo strumento che in futuro avrà ricadute dirette sulla salute e il benessere dei nostri animali da compagnia.

Nicoletta Bevere
Nicoletta Bevere
Medico Veterinario
ARTICOLI CORRELATI

Articoli più letti

Numero 03-2022

Interviste recenti