12.7 C
Milano
domenica, 2 Ottobre 2022
HomeEditoriali e FondiGrande voglia di rilancio

Grande voglia di rilancio

Dopo l’ultimo numero di settembre 2020 in versione cartacea e i due successivi, dicembre 2020 e marzo/aprile 2021, diffusi online e via mail (circa 3.000 destinatari per volta), torniamo nella nostra consueta versione cartacea di 24 pagine con la tiratura di 14.000 copie.

Grazie al miglioramento del quadro sanitario per merito delle vaccinazioni, riprendiamo il nostro rapporto di comunicazione con gli abitanti della zona 2 attraverso la distribuzione diffusa del giornale nei 12 quartieri della zona, anche per merito dei nostri volontari, che si prodigano generosamente nella consegna del giornale nei condomini e negli esercizi pubblici e in altri luoghi di aggregazione.

Siamo, comunque, riusciti a dare continuità alle pubblicazioni anche nei periodi più difficili e critici, rinunciando per ben 2 numeri alle inserzioni pubblicitarie, che costituiscono l’unica fonte finanziaria di sostegno del nostro periodico. Il rischio che abbiamo superato è stato quello del fermo definitivo del trimestrale grazie a un’attenta gestione di economie e di risparmi impiegati.

La ripresa parte con uno scoop di grande prestigio, in quanto abbiamo avuto il privilegio di intervistare in esclusiva per il nostro giornale la vice presidente ed assessora al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, che fa un primo bilancio della sua attività svolta nei primi 160 giorni di quest’anno, ossia da quando ha assunto i nuovi incarichi.

Le prime pagine non potevano non contenere considerazioni sul disastro della pandemia Covid-19 nell’ambito delle nostre realtà, acquisendo testimonianze di prestigio, che sono riportate nell’inchiesta di pagina 5 e che riguardano sei settori sociali.

Oltre alle interessanti abituali rubriche, questo numero ha riservato degli spazi a belle storie (Massimo de Vita, titolare del Teatro Officina, Il maestro falegname Roberto Rezzoli, il presidente dell’ASD di Turro Alberto Fumagalli, l’estroso parrucchiere Bruno Vergani, titolare di un negozio storico), e alcune pagine dedicate alla cultura, oltre a numerosi aggiornamenti riguardanti la zona 2.

La mia sensazione è che, accanto a situazioni drammatiche di povertà e indigenza aumentate durante il periodo della pandemia, ci sia tuttavia una grande voglia di rilancio, una rilevante carica di energie per recuperare il tempo perduto, per attuare progetti sospesi o pensati durante il letargo forzato dei mesi passati.

Programmi di eventi, iniziative in numerosi settori, facilitate dalla possibilità di viverle in presenza e non più in remoto, si stanno proponendo a getto continuo, senza contare che molti hanno già iniziato le vacanze, invadendo le località di villeggiatura.

Anche le buone notizie sul piano nazionale in merito non solo al piano vaccinale che ha abbassato significativamente i contagi, ma anche per i progetti finanziari approvati dall’Unione europea per le riforme, fanno da sfondo ad un certo ottimismo salutare di cui avevamo proprio bisogno.

ARTICOLI CORRELATI

Articoli più letti

Numero 03-2022

Interviste recenti