12.7 C
Milano
domenica, 2 Ottobre 2022
HomeEditoriali e FondiUna continua campagna elettorale senza impegno etico-politico

Una continua campagna elettorale senza impegno etico-politico

l mese di settembre sarà occupato dalla campagna elettorale, mentre ottobre sarà ancor più vivace a seguito dei risultati delle votazioni nei Comuni e nei Municipi decentrati di importanti città italiane, tra cui Milano, Torino, Roma, Bologna, Napoli.

I mesi successivi, oltre alle solite diatribe tra i partiti, si svilupperà la sarabanda di voci per il candidato alla Presidenza della Repubblica, intrecciata con la sopravvivenza del governo Draghi e quindi con correnti di sostenitori per il ricorso alle elezioni politiche a breve scadenza. Per cui saremo sottoposti ad una continua campagna elettorale senza interruzioni, in cui i partiti voleranno a livelli sempre più bassi con polemiche sempre più aspre e degenerate, dando al Paese un quadro di posizioni divise e contrapposte con toni spesso volgari e ancor più confusi in un contesto fazioso e lontano dai veri interessi dei cittadini. Tutto ciò tende ad allontanare i partiti dal Paese reale e produttivo, caratterizzato positivamente da impegni crescenti e diffusi di solidarietà sociale e da una maturità verso gli impegni futuri che i partiti non hanno la sensibilità di cogliere e valorizzare.

Per questo apriamo il numero di settembre del nostro giornale con l’articolo di fondo di Gian Paolo Barbetta, docente dell’Università Cattolica, che al di sopra delle parti, richiama alla responsabilità chi vuole operare nel mondo politico, indicando tre obiettivi valoriali di impegno etico e politico-sociale: legalità, trasparenza, partecipazione. Ma l’ampia materia dell’etica applicata alla politica dovrebbe essere patrimonio di idee e di azioni di coloro che aspirano ad assumere incarichi di responsabilità nel governo delle comunità civiche.

La vera generosità dell’impegno non dovrebbe avere la conquista del potere come fine a se stesso, ma la disponibilità a vivere con spirito di servizio l’attività di intervento e di risposta ai bisogni reali dei cittadini secondo priorità condivise, gestendo le risorse con la partecipazione e il controllo della base.

Il processo decisionale più rapido e meno intralciato dalla burocrazia, la concretezza dell’operatività, il rispetto dei tempi e dei costi preventivati, i lavori affidati a persone veramente competenti dovrebbero essere il metodo di operare dei leaders politici, degni di stima e di apprezzamento.

Ci auguriamo che nuove leve e nuove donne, che si stanno segnalando tra i candidati anche attraverso liste civiche, possano costituire una prima possibilità di cambiamento. In questa direzione abbiamo cercato di dare un piccolo contributo, riservando spazi nel giornale a ben 17 inserzioni elettorali di liste diverse. Interpretiamo questi atti di fiducia verso Noi Zona 2 come un forte segnale di credibilità, di apartiticità, di assenza di faziosità, che riconosce la correttezza di comportamenti e di scelte finora da noi fatte, aumentando la nostra immagine e l’orientamento al servizio a favore della popolazione del nostro territorio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here