Il multiforme Teatro Blu della Maggiolina

0
31

Chi passa davanti alla Parrocchia della Maggiolina in via Cagliero 26 e guarda verso il muretto che delimita il sagrato può vedere un cartello con la scritta “Teatro Blu” in campo giallo. È una struttura presente e operativa da parecchi anni sul territorio: si potrebbe definire il teatro della Maggiolina.

Per farci raccontare obiettivi e programmi, abbiamo incontrato Susanna Pumo, responsabile delle relazioni esterne e comunicazione, ed Elisabetta Cucci, attrice e doppiatrice, che ne costituiscono l’anima e lavorano con passione per allestire spettacoli di livello, superando le difficoltà non solo organizzative ma anche economiche che incontrano quotidianamente, considerato che il teatro non riceve aiuti dalle istituzioni e deve trovare finanziamenti in proprio.

Su questa ribalta sono saliti negli anni passati comici emergenti di Zelig e Colorado; continua ad ospitare sia compagnie professionali e amatoriali, sia artisti e musicisti in cerca di un palcoscenico e di un pubblico.

La programmazione spazia dalla prosa alla commedia al cabaret, dal concerto al reading di poesie ma non solo, presenta, oltre ai corsi di teatro, seminari di public speaking e di lettura espressiva.

Sono molte le attività che ci raccontano le nostre interlocutrici e meritano tutte una breve descrizione.

Un corso annuale di recitazione è rivolto a bambini dai 4 ai 10 anni. Si chiama “giocando col teatro” ed è un luogo dove si gioca, dove si impara a lavorare in gruppo con bambini più grandi e più piccoli, dove si scoprono le proprie risorse creative e le proprie potenzialità, dove si superano paure e inibizioni.

Esiste poi un corso di teatro annuale per ragazzi dai 12 ai 16 anni. Qui si sperimenta la vita sociale come esperienza, nuova e magari difficile in certi momenti, ma di grande utilità per la maturazione. Il terzo corso annuale “Io e gli altri” è rivolto agli adulti. Attraverso la creazione di un gruppo ogni partecipante fa i conti con le proprie inibizioni e resistenze, esplorando se stesso in relazione all’ambiente, con l‘obiettivo finale di realizzare uno spettacolo per il quale tutti devono mettersi in gioco.

È molto interessante, perché rivolto a chiunque debba rapportarsi con altre persone, un corso breve di public speaking. Chi non ha avuto la voce tremante o la testa improvvisamente vuota rivolgendosi ad un pubblico, a una commissione d’esame o in un colloquio di lavoro? Sono mille le occasioni in cui sarebbe utile conoscere tecniche che aiutino ad acquisire sicurezza e presenza scenica, dall’impostazione della voce alla gestualità al controllo delle proprie emozioni.

Da ultimo, il Teatro Blu organizza un seminario di lettura espressiva. Ogni testo, anche il meno attraente, può essere trasformato ed arricchito da una voce che cattura l’attenzione di chi ascolta.

La sala da 200 posti è accogliente e moderna e può essere utilizzata anche per eventi, conferenze e corsi di formazione aziendale.

Il teatro è passione ed è la passione a sostenere Susanna ed Elisabetta nel difficile compito di mantenere vivo e operante il Teatro Blu.

Le nostre interlocutrici ci indicano un appuntamento da non perdere: si tratta dello spettacolo teatrale “Donne di fronte” di e con Gaia Baggio e Irene Quartana, in scena il 9 e 10 Novembre all’interno del palinsesto novecentoitalianomilano.it, promosso dal Comune di Milano.

Teatro Blu, via Cagliero 26 – 20125 Milano
Per info e iscrizioni ai corsi:
info@teatroblu.org oppure telefonare +39 3802812735

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here