5.2 C
Milano
martedì, 29 Novembre 2022
HomeAmici AnimaliAnche i cani ridono!

Anche i cani ridono!

Non tutti i cani usano la voce nello stesso modo: alcuni sono chiacchieroni e altri più silenziosi, ma in generale questi nostri compagni mugolano, ansimano, borbottano, ululano, fanno sbadigli rumorosi, fischiano, abbaiano e ringhiano. Insomma i cani producono un’infinità di suoni particolari che ogni proprietario sa interpretare, comprendendo con finezza le varie emozioni che si manifestano via via nella giornata e durante le diverse attività.

Chi vive con un cane sa riconoscere quando il proprio animale è allegro e appare ovvio che la felicità sia uno dei suoi possibili stati emotivi, tuttavia poche persone sanno che i cani ridono.

Quando un cane si diverte la sua contentezza è chiara e ben evidente, ma il suono della sua risata è sfuggente e difficilmente riconosciuto. Alcuni studiosi chiamano questo suono play-pant, che si potrebbe tradurre in “ansimo da gioco”, ma Patricia Simonet, che ha difeso in modo tanto coraggioso quanto scientifico la scoperta che anche i cani ridono, usa proprio questo termine: dog-laugh, appunto “risata del cane”.

Fino a pochi decenni fa si era convinti che solo l’uomo potesse ridere, mentre oggi si sa che ridono anche i primati, alcuni roditori, i cavalli e appunto i cani.

La risata di questi ultimi è un suono breve e forte con timbro aspro e deriva da un’espirazione forzata, decisamente gutturale. Spesso la risata si può frapporre tra un ansimo e l’altro se il gioco è fisicamente impegnativo come durante una corsa, oppure può comparire da sola senza accompagnarsi ad una respirazione accelerata, quando ad esempio l’animale si trova in una situazione rilassata e di riposo.

A volte il suono della risata si associa ad un brusco cenno del capo e al rapido inchino sugli arti anteriori nella classica posizione assunta per invitare al gioco. Uno dei fatti più meravigliosi della risata del cane, documentato da uno studio scientifico, è che il suo suono ha effetto distensivo e calmante sui cani stressati.

Una sperimentazione infatti ha accertato che il suono registrato della risata del cane, trasmesso in un canile attraverso degli altoparlanti, è in grado di attenuare sensibilmente tutti i segnali di disagio dei cani chiusi nelle gabbie.

Questo a ben pensarci non ha nulla di sorprendente perché in pratica, con il rigore della scienza, è stato dimostrato che tra i cani si realizza un fenomeno che in verità noi impariamo bene fin da bambini e diamo poi per scontato da adulti e cioè… le risate mettono di buonumore.

Nicoletta Bevere
Nicoletta Bevere
Medico Veterinario
ARTICOLI CORRELATI

Articoli più letti

Numero 03-2022

Interviste recenti