Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Home

Buccoliero Cosimadi Pietro Scardillo

Cosima Buccoliero, 48 anni, è attualmente Dirigente – Direttore Aggiunto della Casa di Reclusione Milano Bollate. Abita in zona 2 nel quartiere di Nord Loreto (Nolo). E’ madre di due figli. Si reca tutti i giorni di buon mattino al lavoro, utilizzando i mezzi pubblici, nonostante la lunga distanza tra l’abitazione e il carcere di Bollate. Ad oggi in questo istituto penitenziario sono presenti 1.200 detenuti, inferiore quindi alla capienza regolamentare di 1.242, di cui 106 donne e circa il 33% di stranieri. La Direzione rappresentata da Cosima Buccoliero favorisce la presenza all’interno di Cooperative Sociali, spesso costituite sia da volontari che vengono dall’esterno, sia dagli stessi detenuti.

Quali sono gli indirizzi della Sua Direzione per favorire una graduale inclusione sociale dei detenuti?

Il carcere è un luogo

Rabaiotti Gabriele

di Pietro Scardillo

Gabriele Rabaiotti ha 47 anni, vive nel quartiere Barona, padre di cinque figli. Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, dove è anche Ricercatore del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani ed insegna Analisi della città e del territorio. E’ stato presidente di zona 6 nella precedente consiliatura. Si è occupato di interventi di housing sociale e di progetti di rigenerazione in quartieri degradati e difficili di diverse

Canavero Alfredo

di Alfredo Canavero docente di Storia Contemporanea Università Statale di Milano

Il prossimo 25 marzo si celebrerà il sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, che istituirono la Comunità Economica Europea (CEE) e l’Euratom. Fu un importante passo in avanti verso l’integrazione europea, che era cominciata nel 1952 con la nascita della Comunità Europea per il Carbone e l’Acciaio (CECA) e che il fallimento della Comunità

Riccardi Andrea

L’intervento di Andrea Riccardi nella Giornata della Memoria

di Silvio Mengotto

Alcuni lettori pensano che la memoria del passato non interessa più di tanto. Sotto questa velata critica credo che alberghi una obiezione che merita di essere portata alla luce e in superficie. Se la storia, la memoria, con il trascorrere del tempo vengono ricordate solo nella sfera della ritualità, c’è il grosso rischio che perdano senso e, proprio con il trascorrere degli

di Pietro Scardillo

Nella sala degli Orazi e Curiazi del Palazzo dei Conservatori, in Campidoglio a Roma, il 25 marzo 1957 vennero istituite e disciplinate la Comunità economica europea (CEE) e la Comunità europea dell'energia atomica (CEEA o Euratom). I trattati furono sottoscritti dai rappresentanti dei sei Paesi fondatori: per l’Italia Antonio Segni e Gaetano Martino; per la Francia Christian Pineau e Maurice Faure; per la Germania Ovest Konrad Adenauer e Walter

Ultimo numero

Feed

Login