Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Eventi

PhotoGallery

Video

Social

Dove trovarci

Contatti

Home

di Pietro Scardillo

Nella sala degli Orazi e Curiazi del Palazzo dei Conservatori, in Campidoglio a Roma, il 25 marzo 1957 vennero istituite e disciplinate la Comunità economica europea (CEE) e la Comunità europea dell'energia atomica (CEEA o Euratom). I trattati furono sottoscritti dai rappresentanti dei sei Paesi fondatori: per l’Italia Antonio Segni e Gaetano Martino; per la Francia Christian Pineau e Maurice Faure; per la Germania Ovest Konrad Adenauer e Walter Hallstein; per il Belgio Paul-Henri Spaak e Jean-Charles Snoy et d'Oppuers; per i Paesi Bassi Joseph Luns e J. Linthorst Homan; per il Lussemburgo Joseph Bech – Lambert Schaus. Il trattato costitutivo della CEE prevedeva l’eliminazione dei dazi doganali tra gli Stati Membri; l’istituzione di una tariffa doganale esterna comune; l’introduzione di politiche comuni nei settori

informatica al carcere di Bollate

La testimonianza di Lorenzo Lento docente di informatica di Universo Cooperativa Sociale che opera dentro il carcere di Bollate

Le aule di informatica di questa enorme fortezza di ferro e cemento di Bollate sono piene di studenti: ad oggi sono iscritti in 29 di cui oltre il 60% stranieri; la maggior parte di loro non arriva alla licenza media. Molti altri sono in "lista di attesa" per poter accedere ad uno dei percorsi formativi. Quelli che frequentano i corsi avanzati, sono seriamente

Book crossing nel quartiere Maggiolina

di Francina Foresti

È una mattina d’ottobre quando a un gruppo di residenti della Social Street Maggiolina - Villaggio dei giornalisti, durante una colazione alla pasticceria Martesana, viene l’idea di creare un punto di book crossing. Non si tratta di un semplice luogo dove lasciare dei libri, ma di una sorta di biblioteca di quartiere. Chiunque può prendere un libro, lasciandone uno in cambio, creando così un via vai di titoli, pagine, storie.
Inaugurata il 5 dicembre 2016, si trova in

Museo del manifesto cinematografico via Gluck

 

In riferimento alla petizione "Salviamo il Museo del Manifesto Cinematografico di Via Gluck", che trovate in fondo all'articolo, abbiamo ricevuto il seguente comunicato:

COMUNICATO STAMPA

Il Museo del Manifesto Cinematografico in Via Gluck, 45, è una meravigliosa realtà ed importante ricchezza del Municipio 2.

Custodisce più di 150.000 manifesti, locandine e fotobuste che raccontano la storia del cinema. In più ci sono bozzetti originali come quello

Giovanna Baderna, presidente dell'associazione Genitori Attivi

di Giovanna Carollo

Nata 13 anni fa da un gruppo di genitori di bambini e ragazzi che frequentavano l’Istituto Calvino, nel 2013 questa associazione si è costituita come soggetto giuridico a tutti gli effetti. È una realtà importante per la scuola, con cui ha in essere una convenzione per la gestione delle attività extracurricolari.

Siamo un’associazione di cittadini particolarmente sensibili non solo ai problemi della scuola ma in generale a tutte le questioni sociali, perché siamo

Ultimo numero

Login