Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Eventi

PhotoGallery

Video

Social

Dove trovarci

Contatti

Home

di Ivana Capra

Ad aprile 2016 un’insegnante di una scuola di quartiere si è trovata ad avere bisogno di un supporto per i suoi tanti alunni che avevano difficoltà. Nello stesso periodo una parrocchiana di  santa Maria Assunta in Turro aveva bisogno di potere dedicare del tempo, come gesto di carità. Così un giorno ne parlò col parroco rendendosi disponibile e dicendo che avrebbe avuto una preferenza: potere aiutare i bambini nello studio. Il parroco chiese: “dove troviamo i bambini?”, ma questo non sembrava essere la preoccupazione della parrocchiana. Una settimana dopo la maestra, dopo avere bussato alle porte della zona, ha incontrato lo stesso parroco, il quale le ha detto che la parrocchia non aveva un servizio di questo tipo, ma che c’era una signora disponibile a dare una mano. Così le due donne si sono incontrate, scoprendo che vivono nello stesso palazzo a qualche piano di distanza e l’avventura è iniziata.

Per i primi mesi l’aiuto è stato a due, poi a tre poi a quattro bambini; inizialmente una volta alla settimana e poi due volte. In occasione di un’assemblea della parrocchia è stata lanciata la possibilità di aderire a questa nuova iniziativa e subito un’altra signora si è resa disponibile ed ha iniziato. Poi è stato dato un avviso durante la celebrazione delle messe di un fine settimana di giugno nella parrocchia di santa Maria, proponendo a tutti di dedicare un’ora e mezza alla settimana per aiutare uno o più alunni contemporaneamente a partire dal mese di settembre 2016. Tanti adulti si sono resi disponibili. La notizia che la parrocchia offrisse questa opportunità si è rapidamente diffusa e così si è reso necessario un ulteriore supporto. Durante l’anno è stata richiesta la disponibilità per tre volte. Alla fine dell’anno il risultato è stato: 25 adulti dai 15 ai 78 anni hanno aiutato circa 40 tra bambini della prima elementare e ragazzi fino al quarto anno delle superiori. Abbiamo cercato di permettere a tutti di venire due volte alla settimana e di fare un lavoro più individuale possibile. I gruppetti di studenti sono stati al massimo di 4 persone. Il lavoro di organizzazione del servizio da fare è enorme, ma questo è stato un anno molto interessante, ricco di soddisfazioni umane e didattiche. Molti bambini hanno fatto passi inimmaginabili senza un supporto esterno e molti adulti hanno vissuto l’esperienza che il dono di sé ti restituisce molto di più di quello che dai.

Ultimo numero

Login