Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Eventi

PhotoGallery

Video

Social

Dove trovarci

Contatti

Home

sede Municipio 2

di Marco Balsamo

Giovedì 10 Novembre si è svolta presso la sede del Municipio 2 l'incontro tra i cittadini e l'Assessore Carmela Rozza, cui competono le deleghe alla sicurezza, alla coesione sociale, alla protezione civile ed alla gestione dei servizi di polizia locale.
Alla presenza dei Consiglieri, della giunta, del Presidente del Consiglio e del Presidente del Municipio 2 si è potuto così discutere il tema della sicurezza, certamente uno dei più caldi e urgenti tra quelli che preoccupano la cittadinanza e lo testimonia il numero delle richieste presentate per intervenire nel dibattito ed il fatto che la sala del Consiglio Municipale fosse gremita come raramente succede.

Non è possibile, per brevità, citare qui tutte le specifiche problematiche esposte; basti ricordare che sicurezza e degrado urbano sono questioni che da sempre destano le maggiori preoccupazioni e che riguardano gran parte delle lamentele che i cittadini denunciano segnalando insufficienze, disagi, mancanza di risposte adeguate e di interventi risolutivi da parte dell’amministrazione.
Non possiamo tuttavia limitarci a riportare una lunga lista di lagnanze che, pur nella loro puntuale e giustificata denuncia, rischiano di trasformarsi in un elenco di singole problematiche senza affrontare il problema nel suo insieme.
A tal proposito l’Assessore Rozza ha dichiarato che questa sarebbe stata la prima di una serie di assemblee aperte con i cittadini che verranno tenute periodicamente, con cadenza trimestrale, presso il Municipio 2 e che verrà istituito un tavolo per un confronto mensile tra l’amministrazione comunale e quelle locali sul tema sicurezza.

Da un punto di vista più concreto l’Assessore ha comunicato l’intenzione di liberare le forze di polizia urbana dalle prassi burocratiche che ne limitano attualmente l’operatività e la volontà di potenziare la struttura di via Drago, nata con Expo con funzioni di raccordo operativo tra i vari enti coinvolti in materia di protezione civile, sicurezza e viabilità, trasformandola in una Centrale Operativa H24 dei quartieri critici.
Sempre in tema di sicurezza ha inoltre confermato che il Comune ha già chiesto di affiancare le forze di polizia con unità dell’esercito, tenendo presente però che non si possono in questo modo risolvere le carenze di organico soprattutto per quanto riguarda i vigili di quartiere.
“Il problema sono i numeri degli agenti - dice l’Assessore - Ce ne sono trecento, trecentoventi.
La pianta organica della polizia locale arriva a 3.025 agenti in forza e dividendoli per nove zone, fra turni e riposi, non bastano. La polizia municipale deve essere certamente riorganizzata e la presenza sul territorio ridefinita in relazione alla maggior o minor criticità delle zone. La mia proposta – continua l'Assessore - è individuare le zone in cui concentrare l'azione dei vigili di quartiere. Li impegniamo in uno o due quartieri ed una volta che avremo migliorato la situazione, sanificando l'area, sarà possibile spostarli in un’altra zona della città.”

Che il tema sicurezza sia un tema che il Comune considera prioritario e che debba essere affrontato sul piano della concretezza è apparso evidente. Non possiamo che augurarci che tutto ciò possa essere portato a compimento anche con la partecipazione attiva dei cittadini.

Ultimo numero

Login