Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Home

panettone

di Marco Balsamo

Secondo una delle  leggende nate tra l'Ottocento e il Novecento attorno al Panettone, per arricchire di fascino un dolce allora già molto popolare, venne presentato per la prima volta il dolce simbolo di Milano, che con l’avvicinarsi delle festività natalizie si appresta ad apparire sulle nostre tavole.

Siamo ai tempi di Ludovico il Moro e Toni, la sera prima del banchetto di Natale allestito alla corte del Duca, aveva “racimolato” dalla dispensa burro, uova, zucchero, qualche scorza di cedro e delle uvette per mettere insieme un dolce da portare a casa. Purtroppo anche ai cuochi di corte può capitare di bruciare le torte come a noi comuni mortali e proprio questo capitò facendo cadere nella più grande disperazione il povero “chef”, anche perché allora lo scotto da pagare per un errore del genere poteva essere ben peggiore del semplice licenziamento.
L’offerta del Toni di servire il pane dolce che aveva preparato sembrò certamente l’unica via di uscita, seppur rischiosa, ed invece fu un successo: la corte si disse entusiasta della nuova ricetta e il duca stesso volle sapere cosa fosse. "L'è 'l pan del Toni" rispose il cuoco a quella domanda e il nome rimase.
Nei secoli venne poi storpiato in Panettone.

In realtà, le vere origini del Panettone vanno ricercate nelle tradizioni medioevali, come quella antica di festeggiare il Natale con un pane più ricco rispetto a quello abituale. Fino al 1395 alla maggior parte dei fornai di Milano era vietato produrre il pane bianco che era riservato alla nobiltà; alla popolazione era consentito solamente il pane di miglio che peraltro è uno degli ingredienti principali di un’altra storica tradizione milanese: “La Panerada”, di cui parleremo in un'altra occasione.
Faceva eccezione il giorno di Natale quando, nel rispetto della tradizione di consumare un pane più ricco nelle festività natalizie, ai panettieri era concesso di offrire il pane bianco ai propri clienti. Era una tradizione di molte città italiane ed europee ed a Milano questa si trasformò nel Panettone.

Leggende o storie che siano ricordiamoci di metterlo a scaldare sul calorifero in maniera di “risvegliare” il burro ed alzando un bicchiere di spumante rigorosamente italiano.

Buon Panettone e Buone Feste a tutti !!!

Ultimo numero

Login