Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Home

Speciale associazioni: la Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" e l'associazione Amici casa della carità Onlus

di Monica Giambersio

Le periferie come centri propulsori di cultura, bellezza e inclusione sociale, dove è possibile creare un terreno comune di dialogo e condivisione tra giovani e anziani, in un contesto sempre aperto alle potenzialità della multiculturalità. È questa l’idea alla base dell’azione ‘Memorando’, che l’Associazione Amici Casa della carità Onlus ha realizzato per il progetto “Ideabile” di cui è capofila l’Associazione Culturale Villa Pallavicini.

Scopo dell’iniziativa è stato raccontare il quartiere Crescenzago. Per raggiungerlo si è deciso di realizzare un video, messo a punto grazie alla collaborazione del presidente di InMartesana Stefano Barlassina e presentato il 16 settembre. L’opera, intitolata ‘A spasso per Crescenzago’, vuole far comprendere come la periferia nord-est di Milano e, in particolar modo la zona di via Padova, non debbano essere citate soltanto per fragilità e disagio, ma possano diventare un luogo in cui riscoprire una bellezza spesso dimenticata.

La Chiesa Rossa di Santa Maria in Crescenzago, le sue corti nascoste, le ville di delizia lungo la Martesana sono solo alcuni esempi di una periferia che si fa promotrice di bellezza, tradizione e storia. Una tradizione che trova la sua voce nelle associazioni della zona e nelle loro numerose iniziative per coinvolgere le persone e renderle protagoniste di una cittadinanza più consapevole e partecipata. In questo senso un ruolo centrale è rivestito dalla capacità di fare rete tra le diverse realtà del territorio, un altro degli obiettivi che l’associazione Amici Casa della carità da sempre ha reso un elemento chiave delle sue diverse attività.

Più dei discorsi astratti su una città inclusiva e su una riscoperta delle periferie sono, infatti, le iniziative concrete, gli incontri, i momenti di condivisione organizzati dalle realtà della zona a costituire il perno su cui far leva per favorire una convivenza proficua tra cittadini che, in un terreno di dialogo e scambio di esperienze, devono contribuire al futuro di una Milano inclusiva e capace di considerare le differenze culturali un’occasione di crescita e di arricchimento.

Ultimo numero

Login