Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Eventi

PhotoGallery

Video

Social

Dove trovarci

Contatti

Home
Ferragosto a Bruzzano
Ferragosto a Bruzzano

 

Speciale associazioni: la Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" e l'associazione Amici casa della carità Onlus

di Paolo Riva

“L’estate rappresenta sempre un momento critico per molte delle persone che la Casa della carità segue, ma anche per molti altri cittadini”, ha spiegato a inizio progetto il presidente della Fondazione don Virginio Colmegna. “Per questo, abbiamo organizzato momenti semplici di socialità, piccole ma importanti occasioni d’incontro per chi non può lasciare Milano e non deve sentirsi abbandonato, a cominciare dai chi è più in là con gli anni”.

Il programma si è snodato lungo tutti i mesi di luglio e agosto, con pranzi e cene insieme, visite in città da Palazzo Marino all’Acquario Civico, pomeriggi musicali e cineforum, anguriate e merende di condominio. Molti eventi si sono tenuti nella sede della Casa, ma altrettanti sono stati organizzati nei cortili dei caseggiati popolari che rientrano nel progetto “Scegliere insieme la strada di casa”, cui la Fondazione partecipa insieme a C.R.M. Cooperativa sociale, Comin Cooperativa Sociale di Solidarietà e Fondazione Arché.

Centinaia di profughi accolti nei locali dell’oratorio di Bruzzano: è stato questo, mediaticamente parlando, il progetto più visibile dell’estate della Casa della carità. Ma in realtà, la Fondazione di via Brambilla è stata impegnata in un ampio ventaglio di attività, molte delle quali sul territorio dell’ex Zona 2, dove ha sede, con un’attenzione particolare per gli anziani, per gli abitanti più fragili delle case popolari e per tutte quelle persone per le quali l’estate non è sinonimo di vacanze, ma di solitudine. Tutte sono state raccolte sotto l’ombrello del progetto “Estate alla Casa”, un calendario di iniziative iniziate lo scorso 2 luglio, quando ospiti, operatori e volontari della Fondazione insieme ad alcuni residenti del quartiere hanno assistito a Italia - Germania, quarto di finale di Euro 2016.

Momento clou dell’estate è stato il grande pranzo di Ferragosto, una tradizione per la Casa della carità, che quest’anno, però, si è svolto all’oratorio San Luigi di Bruzzano dove, come detto, era in corso un progetto di ospitalità per i profughi in arrivo a Milano. Tutte le persone seguite dalla Fondazione sono convenute lì per una grande festa che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone. Anziani che non avrebbero avuto nessuno con cui trascorrere la giornata, abitanti delle case popolari che spesso faticano ad arrivare a fine mese, ex homeless e migranti, volontari e operatori hanno pranzato insieme, ballato e giocato a calcetto e ping pong, in un’atmosfera conviviale e serena.

“Momenti come questo - ha spiegato don Colmegna all’indomani della giornata - ci ricordano che l’accoglienza di qualità è possibile e che, quando è ben fatta, diventa un risorsa per il territorio, un’occasione di conoscenza e incontro per tutti, italiani e stranieri, giovani e anziani, milanesi di vecchia data e nuovi cittadini”.

Ultimo numero

Login