Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Eventi

 

Di Federico Sesia

Nei giorni che vanno dal 17 al 26 maggio di quest’anno, gli spazi dell’ex Laboratorio Panettoni Giovanni Cova di via Popoli Uniti 11 ospiteranno la prima edizione dell’evento BienNolo, la biennale di arte contemporanea di NoLo, a riprova della vivacità artistica che l’area a nord di piazzale Loreto può offrire alla città di Milano. Nata da un’idea del critico d’arte Carlo Vanoni, la BienNolo sta venendo organizzata anche dal giornalista nonché curatore di mostre Matteo Bergamini e dall’onlus ArtCityLab, il cui scopo è proprio quello di “far interagire istituzioni, cittadini, associazioni, fondazioni creando un dibattito sul territorio e facendo interagire tutte le discipline dell'arte”, e avrà come tema l’eptacaidecafobia, ovvero quella paura del numero 17 così tipica del folklore del nostro paese, tematizzandola mettendo in scena diversi tipi di fobie al fine di esorcizzare le paure stesse, una sorta di catarsi effettuata per mezzo dell’arte. Collabora alla BienNolo anche l’artista Rossana Ciocca, e alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi il 30 aprile presso il Mercato Comunale Crespi in viale Monza 54, oltre agli organizzatori dell’evento ha presenziato anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, portando inoltre i saluti dell’Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane Cristina Tajani. Altra particolarità è rappresentata dal fatto che la BienNolo non usufruirà di luce elettrica, ma solamente di quella del giorno.

Si contano 37 artisti invitati all’evento, i cui nomi sono 2501, Mario Airò, Stefano Arienti, Elizabeth Aro, Francesco Bertelé, Stefano Boccalini, Marco Ceroni, T-Yong Chung, Laura Cionci, Vittorio Corsini, Carlo Dell’Acqua, Premiata Ditta, Serena Fineschi, Giovanni Gaggia, Giuseppina Giordano, Riccardo Gusmaroli, Massimo Kaufmann, Sergio Limonta, Loredana Longo, Iva Lulashi, Francesca Marconi, Margherita Morgantin, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, Adrian Paci, Federica Perazzoli, Matteo Pizzolante, Alfredo Rapetti Mogol, Sara Rossi, Alessandro Simonini, Ivana Spinelli, The Cool Couple, Eugenio Tibaldi, Luisa Turuani, Massimo Uberti, Vedovamazzei, Bea Viinamaki e Italo Zuffi. Le tematiche che questi artisti affronteranno tramite le loro opere ruotano attorno a una ricerca che include diverse sinfonie, tra le quali ne ricordiamo alcune di tipo psicologico (le rappresentazioni del trauma di Gusmaroli, Lulashi, Dell’Acqua, Giordano e Kaufmann), antropologico e sociale (come le opere di Nassiri Tabibzadeh, Morgantin, Boccalini, Longo e Gaggia), oltre che inerenti allo spazio sia geografico che umano (Uberti, Premiata Ditta, Aro e Marconi). Insomma, un’indagine di alcuni aspetti del reale messa in atto dal proprio particolare punto di vista, consentendo allo spettatore di entrare nei panni dell’artista e di provare a vedere quello che vede lui. Nel periodo di tempo in cui non si svolgerà questo evento, che è a cadenza biennale, vi sarà invece il Premio BienNolo, dedicato ad artisti emergenti che dovranno produrre un’opera che sia ideata per il quartiere NoLo, che sarà poi giudicata da una giuria composta da esperti che verranno selezionati nei mesi a venire.

Ultimo numero

Collaboriamo con ...

Login