Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Eventi

                                                                  Nessun testo alternativo automatico disponibile.

L’attesa inziale è stata ben ripagata, una serata riuscitissima piena di sorprese e comicità al cinema Beltrade, in via Oxilia 10, nel cuore di NoLo. A presentare la serata la vincitrice della scorsa edizione, la simpaticissima Rovyna Riot, la drag queen più famosa della zona assieme a Lorenzo Campagnari che fra colori sgargianti e battute azzeccate ha tenuto bene le redini della serata.

I dieci artisti hanno potuto esibirsi davanti a tre differenti giurie: popolare, qualità e la lobby gay, che da sola poteva decidere quale artista mandare direttamente in finale indipendentemente dal risultato delle altre votazioni oltre a poter assegnare il premio Flavia Fortunato.

Il primo concorrente è Stefano Marchettini con “Fuori luogo”, una canzone dal sound semplice ed orecchiabile che trova la sua forza nel ritornello, impossibile evitare di cantarlo.

Segue Mara Pruneri con “Isterica”, canzone scritta pensando un po’ agli abbracci fastidiosi di chi ti conosce poco e un po’ a quelli sentiti, delle persone a cui teniamo. Voce forte e decisa, pezzo pieno di sfaccettature che lo rende un po’ di difficile comprensione, evidente l’impronta alla Carmen Consoli.

Arriva poi sul palco il personaggio più apprezzato della serata, toscano (ma vive a Turro), non si capisce se ci è o ci fa, Mark De Medici con “Spillo o palloncino” convince tutti, “Questo festival è molto bizzarro, divertente e questo è un punto a favore. Un’iniezione di brio”.

Claudio Caponetti si esibisce con “Dammi solo tutto”, un testo pop cantato con una voce decisa. Qualche critica dalla giuria di qualità sul testo, ma il pubblico è con lui.

Arriva il momento dello sketch con Ileana, l’unica come si definisce anche lei “sopravvissuta” all’edizione scorsa, che riporta le sue pene nel trovare un marito. Applausi e risate per una delle nolers più amate.

La gara prosegue con i Cocida, e la loro “Due milioni di anni fa”, testo che tratta dell’involuzione, dal benessere alla crisi sentita da persone cresciute tra fine anni ‘80 e inizio ‘90. Tema importante trattato con ironia che fa divertire ma anche riflettere. Riescono a coinvolgere tutto il pubblico.

È il turno dei The Age con “Smalto e cerone”, il testo, scritto dalla cantante, parla di una convivenza esasperata e delle donne che non hanno tante possibilità di esprimere il loro punto di vista ironico. Grande presenza scenica ma brano troppo ripetitivo.

Matteo B. Bianchi, giurato nella lobby gay ed autore di numerosi romanzi delizia il pubblico con la sua lettura intitolata “Il mio barbiere” in cui racconta di questo personaggio buffo, contradditorio e macchiettistico.

Zuin con “Monza Saronno” ci racconta una storia di amicizia e di attese, testo particolarmente suggestivo e bella presenza scenica.

Sale sul palco con i suoi occhiali da sole, Il Piragna con “Gioia”. Una canzone quasi bisbigliata che emoziona tutti. Tratta di questo esserino venuto al mondo, ma che non ha alcuna identità in quanto abbandonato, le parole scandite lentamente riescono a toccare il cuore del pubblico e delle giurie.

È il turno di un trio tutto al femminile, Le mani in tasca con “Senzatitolo”, qualche problemino durante l’esibizione ma si sono riprese subito.

Alcune performance hanno diviso pubblico e giuria, come il pezzo dell’ultimo concorrente, Paolo Antonio, “Normalità”, che ha conquistato la giuria popolare impegnata in un ballo scatenato, ma  ha convinto poco quella di qualità.

Chiude questa prima serata la splendida Victoria Cabello, ospite d’onore, simpatica e gentilissima ha dato un tocco vip in più al festival.

Passano in finale :  Mark de' Medici, Stefano Marchettini, Paolo Antonio, COCIDA, Piragna. Ripescate Le mani in tasca grazie al voto della lobby gay.

Stasera la seconda attesa serata, buon sanNoLo a tutti.

 

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sul palco, concerto e spazio al chiuso

I finalisti di SanNolo della prima serata.

Ultimo numero

Segnaliamo ...

Login