GRAZIE PER IL PANE!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

istruzione

Le Parrocchie di via Termopili e di via Oxilia distribuiscono pacchi alimentari per 427 famiglie (1.500 persone)

di Maria Grazia Orlandi

Ho incontrato don Lorenzo Negri, parroco della chiesa di San Gabriele Arcangelo di via Termopili, che forma un’unica unità pastorale con la Chiesa di Santa Maria Beltrade di via Oxilia; nella zona coperta da questa unità pastorale, che va da via Ferrante Aporti a via Padova, in cui vivono circa 24.000 persone.

Don Lorenzo mi ha illustrato una delle attività della Parrocchia in favore delle persone indigenti: la Parrocchia normalmente assisteva circa 50 famiglie; dall’inizio del lockdown di marzo questo numero è lievitato fino a raggiungere 850 famiglie, non tutte della zona. Chiunque faceva richiesta veniva aiutato con distribuzione di pacchi alimentari che avveniva ben quattro giorni a settimana.

Durante l’estate è stato creato un Centro di Ascolto per riuscire a conoscere meglio le famiglie assistite e valutare anche eventuali altre forme di aiuto. Dal mese di ottobre, con la ripartenza delle nuove restrizioni dovute al Covid-19, è ripresa l’attività di distribuzione di pacchi alimentari, questa volta mirata alle sole famiglie della zona, data l’evidente impossibilità di sostenere un numero troppo elevato di persone.

Ora i pacchi alimentari vengono distribuiti  a 427 famiglie, al 90% straniere, per un totale di circa 1.500 persone; la distribuzione avviene due giorni alla settimana con suddivisione delle famiglie in sei fasce in ordine alfabetico. Quindi ognuna riceve un pacco ogni tre settimane.

Il cibo distribuito, sia non deperibile che fresco, viene fornito in parte dal Banco Alimentare, in parte acquistato con quanto raccolto dalla Caritas parrocchiale.

Inoltre, poiché – per le note misure anti Covid – non è più possibile da parte dei parrocchiani portare direttamente generi alimentari in chiesa, la Parrocchia ha ideato il “pacco dematerializzato”: ogni persona quando va a fare la spesa può fotografare i generi che intende donare, inviare le foto e pagare il relativo costo tramite bonifico alla Parrocchia, che provvederà poi al relativo acquisto.

Per ogni donazione effettuata in questo modo, il parrocchiano può scrivere un proprio pensiero che viene stampato e affisso all’entrata dei locali adibiti alla distribuzione; così chi è in attesa di ricevere il pacco può leggere i messaggi lasciati dai donatori. Sul sito della parrocchia www.beltradegabriele.net si può cliccare sulla voce “Grazie per il pane” e accedere a questa iniziativa.

Con attività di questo genere, le parrocchie si confermano luoghi d’elezione nel sostegno ai meno fortunati, non solo nella soddisfazione dei bisogni primari ma anche nel riaffermare una vicinanza spirituale fra tutti i componenti della comunità nel suo insieme.

 
Copyright © 2021 NoiZona2, developed by AgoràFutura.Net - All rights reserved.

Search