UN CASO INTERESSANTE DI VOLONTARIATO: LE BRIGATE DI SOLIDARIETÀ

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Brigate di solidarietàdi Francina Foresti

Nate a Milano subito dopo l’esplosione dell’epidemia, le brigate di solidarietà hanno agito all’interno del progetto del Comune “Milano aiuta”, con il coordinamento di Emergency e Arci, hanno però mantenuto una organizzazione autonoma. 

In zona 2 ad attivarsi immediatamente è stato il Lambretta, centro sociale occupato in Via Edolo, riconvertito in base operativa per la brigata Lena – Modotti, che ha raccolto fino a 230 volontari. Da qui si diramavano verso Zona 2 e 3, dove si trovano la multietnica via Padova, la stazione centrale, Lambrate e Città Studi. Hanno fra i 18 e i 25 anni i ragazzi e le ragazze che hanno deciso di partecipare a questo progetto. Suddividendosi in quattro differenti ruoli, colletta alimentare (davanti ai supermercati); stoccaggio del cibo e divisione in pacchi; distribuzione nei quartieri; gestione del centralino.

Inizialmente consegnavano cibo e farmaci a chi non aveva la possibilità di uscire di casa e/o fosse in difficoltà, ricevendo fino a mille chiamate al giorno e riuscendo a coprire circa 400 famiglie ogni 24 ore. Nel pacco inserivano 1 kg di pasta a persona, 1 kg di riso, scatolame, saponi e detergenti. Quando serve aggiungevano anche assorbenti, pannolini e omogeneizzati. Non solo alimenti, ma anche materiale scolastico per bambini e ragazzi, come quaderni, astucci, pennarelli.

Al centralino sono arrivate chiamate che hanno evidenziato un quadro particolarmente difficile. Badanti, domestiche, percependo molte di loro uno stipendio in nero e senza alcuna garanzia, operai, lavoratori che da febbraio non hanno più avuto una entrata e che si sono ritrovati a dover chiedere aiuto.

La riapertura delle attività commerciali e il potersi nuovamente spostare hanno portato a una sorta di lenta nuova “normalità”, anche se sul tavolo rimangono tutti i problemi economici e sociali, accentuati e nati da questo periodi di lockdown.

Le brigate volontarie per l’emergenza hanno svolto un ruolo molto utile  per la città e, in particolare, la Brigata Lena- Modotti per la zona 2.

Copyright © 2020 NoiZona2, developed by AgoràFutura.Net - All rights reserved.

Search