Home

Chi siamo

    • Premessa
    • Consiglio
    • Statuto
    • Scheda di adesione
    • La redazione
    • Altri dati

Archivio

Articoli

Eventi

Social

Dove trovarci

Contatti

Quo Vadis?

Articoli

Renesto Elio

Uno dei medici che cura le gravi fragilità degli emarginati sociali: i senza fissa dimora e i profughi

di Pietro Scardillo

Elio Renesto, 66 anni, medico internista in pensione, con oltre 40 anni di esperienza ospedaliera prevalentemente svolta all’ospedale Luigi Sacco di Milano, oggi dedica la sua attività professionale con passione e competenza come coordinatore medico in una struttura, una scuola in disuso di via Mambretti, sostenuta da Fondazione Arca. Nell’ambito di questa realtà è stato costituito un piccolo “reparto” , primo e forse unico in Italia, con 2 medici, una caposala, infermieri in grado di garantire una assistenza qualificata 24 ore e un’assistente sociale, per 20 posti letto riservati ai senza fissa dimora e ai profughi dimessi dagli Ospedali e dai Pronto Soccorso prevalentemente di Milano. Il Centro Aiuti

pane quotidiano

Lontano dagli occhi … lontano dal cuore?
di Marco Balsamo

Quando si parla di Milano nell’immaginario collettivo si pensa sempre ad una città che pensa solo a correre ed a produrre; una città in fondo un po’ egoista dove l’inquilino del piano di sopra è uno sconosciuto che talvolta si incontra in ascensore. Nella realtà la nostra città non è così e non lo è mai stata, anzi ha sempre avuto una particolare

Rigoldi Gino

di don Gino Rigoldi
Cappellano dell'Istituto penale per minorenni "Beccaria"

Ogni persona che svolga un lavoro educativo ha bisogno di curare le sue modalità di comunicazione, perché sono lo strumento di ingresso nella relazione. Agli inizi degli anni ’70 nel Carcere minorile “Beccaria” incontravo mediamente ogni anno mille giovani maschi e femmine provenienti quasi esclusivamente dal Sud Italia; dagli anni novanta è iniziato l’ingresso massiccio

di Pietro Scardillo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se dovessi esprimere una considerazione sull’anno che sta per scadere, mi viene in mente che in questi ultimi dodici mesi ci sono state tante situazioni a tutti i livelli che hanno generato confusione e quindi tendenza all’instabilità. Innanzi tutto il quadro macro internazionale: la Brexit in Europa, le elezioni Usa con la vittoria di Trump, il tentativo di rivolta In Turchia, la tristissima situazione della Siria e dell&rsquo

Busecca

di Marco Balsamo

È sintomatico rilevare come in un territorio ricco come quella lombardo si sia sempre riservata un'attenzione particolare ai prodotti poveri e di minor pregio, parte importante nella composizione dei piatti più caratteristici. La cucina milanese, in particolare, si esprime in alcune preparazioni che nobilitano i tagli meno pregiati.
Note in tutto il mondo gastronomico sono la cassoeula, già posciandra, i mondeghili, gli oss bus e la busecca

Il successo di Bollywood e le nuove proposte del Cinema Beltrade

di Monica Naldi

Una calda estate di cinema ha visto scorrere sullo schermo del cinema Beltrade le immagini di diverse anteprime mondiali di film prodotti da Bollywood: grandi storie di amore, azione e suspence, in scena tra musiche e coreografie scatenate, per un pubblico sia indiano che italiano.
Come i più dubbiosi immaginano, si tratta di film capaci di coinvolgere ed emozionare con le classiche armi della cinematografia

Emilio Praga

di Marina Ebrahim
 
Tra i principali esponenti della scapigliatura milanese, della quale incarnò gli aspetti più ribelli e sregolati, divenendone, con la propria esperienza “maledetta”, la figura più emblematica, Emilio Praga nacque nel 1839 a Gorla, al tempo piccolo borgo vicino a Milano.

“Quel ragazzo dell’Ottocento che dissipò il suo talento in una breve vita troppo artistica” (M. Cucchi, “La traversata di Milano”), nacque in una famiglia agiata e facoltosa – il padre, amico di Carlo

Un po’ di storia dei Quartieri di Milano Municipio 2

di Ferdy Scala

“La piccola Parigi”, la chiamavano così, romanticamente, gli abitanti di Gorla perché, adagiata sui due lati del Naviglio Martesana carezzante nobili ville e borghi vetusti, faceva pensare in formato minore agli splendidi quartieri della “ville Lumière” bagnati dalla Senna. Nel 1920 Gorla fu protagonista con Precotto di un tentativo di unificazione, il Comune di Gorlaprecotto, che ebbe vita breve e venne assorbito nel 1923

Ex-presidente della Commissione Sport e Tempo libero di Zona 2

di Angelo Inzoli

Salvatore Basile è stato presidente della Commissione Sport di Zona 2 tra il 2011 e il 2016 con la presidenza Villa. Il suo lavoro di coordinamento e promozione è unanimemente apprezzato da chi si occupa di sport nelle varie associazioni sportive dilettantistiche di zona 2. Abbiamo voluto ascoltarlo per farci raccontare il lavoro svolto e aiutarci a capire la situazione di questo settore all'inizio

di Angelo Inzoli

Numerosi titoli nazionali PGS nelle categorie Under 13, Under 14, Under 16 e Libera

Il Gruppo sportivo Cagliero è nato nel 1980 grazie ad un’iniziativa di alcuni insegnanti e genitori degli allievi della Scuola Media Statale R.Franceschi, di via Cagliero 20 a Milano, tuttora sede dell'associazione. Lo scopo dei soci fondatori era quello di costruire l’ambiente ideale per avviare i ragazzi della zona 2 alla pratica sportiva, creando una collaborazione

di Angelo Inzoli

Forse presto una squadra di mamme, le “Gan-zelle”

Il quartiere Adriano è uno di quei nuovi insediamenti urbani il cui volto definitivo non è ancora assestato. Molto di quanto promesso non si è ancora realizzato, ma tra i punti di riferimento di questo angolo di città contiguo alla città di Sesto San Giovanni, troviamo la Parrocchia Gesù a Nazaret e in essa la associazione sportiva GaN, affiliata al CSI - Centro Sportivo Italiano -, da febbraio 1992. Nata dall'inizio con

Ultimo numero

Collaboriamo con ...

Feed

Login