A colloquio con Gabriele RABAIOTTI - Assessore alle Politiche sociali ed abitative

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Quale ruolo hanno i Centri Socio Ricreativi Culturali (CSRC) per gli Anziani nella strategia del Suo Assessorato, con particolare riferimento ai 4 esistenti nel Municipio 2 ?  

Va detto che, prima di riferirci al Municipio 2,  è bene guardare a tutta la città quando parliamo di questo tipo di servizi, che non sono così caratterizzati da un punto di vista municipale. La rete di 29 Centri cittadini conferma che questo tipo di servizio è molto capillare:  è un servizio di quartiere ma con una grande regia pubblica comunale. Mediamente le attività interne, l’energia, la volontà di proseguire è molto forte, infatti la maggior parte dei Centri sono in buona forma rispetto a quei pochi che stanno un po’ soffrendo, dove alcune persone che hanno seguito, animato e sviluppato i Centri sono molto stanche e non trovano un ricambio adeguato.
Quindi possiamo dire che la maggior parte dei Centri tendenzialmente ha un’ottima vitalità e una bellissima energia. Nelle feste che si fanno per tenerli insieme, non ultima quella al Teatro Nuovo che ha messo in campo le loro  attività teatrali, musicali, di coro  e che ha visto diversi Centri collaborare e comunicare le proprie iniziative in un grandissimo spettacolo di due giorni, dimostra un impegno positivo che ci fanno conoscere ancor meglio queste realtà e ci orientano sulle eventuali ulteriori risorse da investire su queste strutture.

In generale il sistema dei Centri non rischia di essere piuttosto “omologato”, causando in alcuni casi di generare  un po’ di stanchezza e una mancanza di spinta progettuale ?

Certo alcuni problemi esistono, soprattutto dove non c’è ricambio generazionale e di persone alla guida delle strutture. Abbiamo visto, però,  che dove si riesce a mettere in campo qualche progetto di servizio con nuove attività, arrivano anche persone nuove. Questo contribuisce a inserire una componente di novità e di sperimentazione, che aiuta a ragionare sul futuro  sull’aspetto gestionale, sull’aggiornamento delle attività e sullo sviluppo del Centro. Il nostro Assessorato è disponibile a concordare con i Centri,  che soffrono per alcuni problemi, attività nuove e percorsi di iniziative. Mentre dobbiamo cercare di aprire di più i Centri verso il territorio, favorendo relazioni e iniziative con altre componenti.

In riferimento ai 4 Centri suddetti è pensabile ad una qualche forma di comunicazione istituzionale tra gli stessi per un vantaggioso scambio di informazioni, mantenendo integra la singola identità di ogni Centro ?

Il problema, secondo me, non va visto solo nell’ambito del municipio, ma a livello cittadino. Il tema della conoscenza del vicino, che sicuramente va fatto, può prescindere dalla prossimità municipale.  Lo scambio diventa sempre più ricco quanto più riusciamo a mettere in campo idee nuove e quindi per i 29 Centri cittadini  può essere veramente interessante favorire il confronto tra Centri diversi. L’identità è sempre forte, rivendicata ed è molto presente, ma non sempre gioca a favore dello scambio e del confronto. Ci vuole allora una certa forza per affermare che lo scambio con l’altro in qualche modo arricchisce l’identità  non la impoverisce, non sminuisce il suo valore. Se passa questo messaggio,  più che altro culturale,  che rinforza l’agire insieme, io credo che da parte loro la dimensione del confronto da noi promossa, sostenuta, possa essere solamente d’aiuto.
L’iniziativa realizzata al Teatro Nuovo, Milano Social Festival-quinta edizione- non solo è riuscita molto bene, ma stiamo pensando di aprirla l’anno prossimo anche ai bambini. Quest’esempio dimostra che il rapporto con la città arricchisce aprendo le proprie iniziative anche agli altri. Un esempio può essere il Centro di Villa Finzi, che si trova in un Parco densamente popolato da una pluralità di vari servizi sociali, con cui il Centro potrebbe interagire e sviluppare progetti condivisi. 

Cerca

Copyright © 2020 NoiZona2, developed by AgoràFutura.Net - All rights reserved.

Search