“YES WE CAN” al CIA Manzoni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

di Mauro Raimondi

Il 3 novembre il Civico Centro di Istruzione per l’Adulto e l’Adolescente (CIA) “A. Manzoni” di via Deledda 11 ha presentato la quarta edizione di “Yes we can!”, la manifestazione in cui la Scuola premia gli studenti più meritevoli che l’anno precedente hanno conseguito il diploma di maturità presso un istituto statale.

In un’aula magna gremita, la serata è stata aperta dall’intervento di Sabina Banfi, Direttrice Area Servizi Scolastici ed Educativi del Comune di Milano, che ha sottolineato l’importanza sociale di questi corsi di recupero, complimentandosi con i premiati ma anche con gli iscritti. Di seguito gli interventi degli ex studenti, che hanno tenuto una vera e propria lezione raccontando la loro esperienza nel CIA “A. Manzoni”. Particolarmente toccante è risultata la testimonianza della cinquantatreenne Claudia De Lissandri, definita “la mamma” della V classe Professionale Socio Sanitario (PSS), che – dopo un breve momento di commozione – ha descritto le difficoltà incontrate nel riprendere gli studi dopo tanti anni. Tornata sui banchi per questioni lavorative (l’esigenza di avere un diploma), ha regolarmente frequentato tutto il triennio offerto dalla scuola, venendo sempre promossa e conseguendo al termine il diploma.

Zaccaro Daniel, invece, ha centrato il suo intervento sul concetto di successo scolastico come riscatto sociale, spiegando la grande fatica di studiare di sera ma anche l’enorme soddisfazione per avere centrato il traguardo. Un diploma che ha permesso alla studentessa Giugovic Sara di potersi iscrivere all’Università, realizzando il suo sogno. Mazzantini Massimiliano ha sottolineato invece l’importanza della motivazione, della determinazione, dello spirito di sacrificio, di investire nei tre anni di studio tutto il proprio impegno con continuità, nonostante la difficile condizione di essere studente-lavoratore.

È stato anche proiettato un video, molto apprezzato dai presenti, con cui la classe V PSS ha voluto mostrare la sua esperienza “collettiva” raccontando come i problemi relativi allo studio e all’ansia da esame possano essere superati dal “fare gruppo”, dallo stare uniti in una classe di amici e non solo di semplici compagni, utilizzando anche tutti gli strumenti offerti dai social.

Conclusi i singoli interventi si è passati alla premiazione degli alunni che hanno meritato punteggi particolarmente brillanti (prima fra tutti Gazzetta Liliana, che ha conseguito la maturità con 88/100, voto davvero straordinario per un privatista) o che hanno ottenuto il diploma dopo avere frequentato il triennio completo. In entrambi i casi, il CIA “A. Manzoni” ha offerto a ciascuno un buono libro da 50 euro.

Cerca

Copyright © 2022 NoiZona2, developed by AgoràFutura.Net - All rights reserved.

Search