(Una delle opere create durante la Looperfest + ZuArt)

Zuart e Looperfest insieme per la seconda edizione, con tante iniziative per la riqualificazione urbana del Vicolo del Fontanile , in via G.Zuretti Milano, svoltisi nel weekend dal fra il 9 e l'11 giugno.

L'obiettivo è  di dare seguito a quel processo, attivato l'anno scorso, attraverso cui un gruppo di cittadini ha deciso di agire attivamente sul proprio quartiere per dargli un aspetto nuovo e competitivo, sia dal punto di vista fisico, per rilanciare l'immagine urbana a livello estetico, ma anche dal punto di vista culturale, sociale, economico ed ambientale, per favorire una migliore qualità della vita nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione sociale.

È stato un grandissimo successo, un progetto nato "in famiglia" in quanto ideato e portato avanti da tre vicini di casa, come spiega Petra: <<ZuArt day è nato l’anno scorso dall’idea di tre amici, tre vicini di casa, che vedevano questo vicolo in uno stato totale di abbandono, venivano a scaricare amianto, lavatrici, di tutto, abbiamo quindi deciso di provare a dare un volto nuovo ad uno spaccato di Milano che riteniamo meraviglioso. Giuseppe Ronzano ci ha chiesto di cosa avessimo bisogno, noi abbiamo risposto che volevamo un'imbiancata lui ha invece ha fatto molto di più, grazie a Loop Colors abbiamo fatto la prima opera di riqualifica. Contemporaneamente in via Pontano stava svolgendosi la prima edizione della Looperfest, capitanata da Gigi Raptuz, amico e artsta con cui abbiamo deciso di unire le forze creando quindi la seconda edizione di Looperfets e ZuArt 2017. I dieci artisti arrivano da tutto il mondo: Arsek & Erase (Bulgaria), Bonzai (Uk),Boogie (Svizzera), Chas (Paesi Bassi), Hombre (Germania), Insane51 (Grecia), Odeith (Portogallo), Raptuz (Italia), Smug (Scozia)>>.

Hanno partecipato anche gli studenti del Politecnico di Milano, creando un'oasi dove verde e arte si incontrano, attraverso l'installazione dell'artista Andrea Salpetre.

Mimmo di Loop Colors: <<Il brand Loop è il prodotto di una società che è da 30 anni produttrice di vernici spray di alta qualità, ogni anno cerchiamo, di avere un pezzo unico come quest’anno il “Looperfest Milano 251”. Noi cerchiamo sempre di essere presenti nella Street Art, vogliamo dare colore alla città, motivando i writers, le famiglie, i bambini. Diamo un messaggio positivo, è una Loopfamily>>.

Il Municipio 2 ha patrocinato l’evento, l’assessore Nava è colui che fin da subito ha creduto nel progetto presentato da Petra: <<Quando c’è il bello si allontana il degrado e si restituisce dignità al territorio. Ci saranno scuramente altri appuntamenti che si allargheranno auspicabilmente alle zone più periferiche, questo è un esempio virtuoso di come pubblico e privato possano interagire>>.

Pippo Amato, presid. Ass. amici della Martesana, che ha contribuito alla realizzazione di questa iniziativa: <<Questa storia riprende quella del brutto anatroccolo, questo vicolo abbandonato a sé stesso ora è un qualcosa che ci invidieranno in altre parte della città. L’arte è il primo elemento che riqualifica il territorio. Purtroppo abbiamo una burocrazia che ostacolo molto attività come questa, ringrazio gli artisti e chiunque abbia reso possibile questo evento>>.

Le opere mobili verranno donate alle scuole del municipio 2, gli artisti le hanno messe a disposizione dei bambini gratuitamente.

La bellezza della Street Art è una grande lezione, come l’arte stessa abbia diverse sfaccettature, come nella nostra zona ci sia fermento, c’è voglia di rivalsa, partendo da una bomboletta.